Categoria: Custodire la Parola

Categoria riservata a Custodire la Parola.

Settore ADULTI

SCUOLA DELLA PAROLA : IMOLA e LUGO

 

Custodire la Parola – 02/07/2015

Genesi 22.1-19 e Matteo 9,1-8 Il segno del mio amarti Nella narrazione del sacrificio di Isacco, emerge che Dio non vuole passare come la divinità crudele e sanguinaria, che mette alla prova Abramo chiedendogli di sacrificare ciò che di più prezioso nella sua vita gli era stato donato. Dio, così come aveva preso per mano …

Continua a leggere

Custodire la Parola – 01/07/2015

Genesi 21,5.8-20 e Matteo 8,28-34 La misericordia che sorprende La misericordia di Dio non si esaurisce mai nell’esperienza in cui si rivela, ma in un continuo esprimersi e riproporsi, rinnova i segni della fedeltà di Dio. La misericordia di Dio è per Abramo e tutta la sua discendenza, per sempre: anche Ismaele è un figlio …

Continua a leggere

Custodire la Parola – 30/06/2015

Genesi 19,15-29 e Matteo 8,23-27 La misericordia ci prende per mano… Lo sguardo di Lot si perde nella valle del Giordano e nel mar Morto, Sodoma e Gomorra, città degli uomini sono fumanti, ogni segno della creazione di Dio è venuto meno. La scrittura racconta la catastrofe che ha cancellato l’opera originaria di Dio. Tutto …

Continua a leggere

Custodire la Parola – 29/06/2015

Atti 12,1-11 / Salmo 34 / 2 Timoteo 4,6-8.17-18 / Matteo 16,13-19 SOLENNITÀ dei Ss Pietro e Paolo Tu sei il Cristo Ho combattuto la buona battaglia, ho terminato la mia corsa, ho conservato la fede. La buona battaglia … La corsa … La fede … Al compimento della sua vita Paolo da testimonianza della …

Continua a leggere

Custodire la Parola – 28/06/2015

Sapienza 1,13-15; 2,23-24 / Salmo 29 / 2 Corinzi 8,7.9.13-15 / Marco 5,21-43 La risposta alla morte … Oggi potremo arrivare a generalizzare il male pensando che la religione è male; non è vero! Ci sono solo uomini che separati, isolati da Dio, sono preda del male e della sua pazzia! Il male vince lì …

Continua a leggere

Custodire la Parola – 27/06/2015

Genesi 18,1-15 e Matteo 8,5-17 … Non passare oltre … Una immagine tipicamente orientale: l’arrivo di un “pellegrino”; ma questa volta si tratta di Dio stesso. La sacralità dell’ospitalità pone Abramo nella necessità di onorare in tutti i modi la presenza di questo straordinario viandante. Tutto ormai sembra destinato all’attesa, Abramo e Sara sono ormai …

Continua a leggere