Gen 21

Giornata della Memoria 2019

In occasione della Giornata della Memoria 2019, l’Azione Cattolica di Imola propone come di consueto un breve momento di preghiera, aperto a tutti, di fronte alla lapide in Vicolo Giudei a Imola, come gesto di vicinanza in ricordo delle vittime.
 
Ore 12.00 | Vicolo Giudei
Momento di preghiera
L’Azione Cattolica della Diocesi di Imola organizza un momento di preghiera di fronte alla lapide posizionata in Vicolo Giudei, aperto a tutta la comunità imolese.
Informazioni: www.acimola.it – www.facebook.com/acimola
 
La preghiera è inserita nel programma di iniziative del Comune di Imola per la Giornata della Memoria

Gen 21

Domenica 27 gennaio 2019 – Festa diocesana famiglie e adulti e Festa della Pace Acr

Domenica 27 gennaio 2019 doppio momento per famiglie e adulti.

In mattinata a Zolino di parlerà di coppia con Elisa Coralli e Marco Pirini, mentre al pomeriggio a Montericco si affronterà il tema della giusta vicinanza-distanza rispetto ai figli, con lo psicologo Daniele Chitti.

Pranzo insieme a Zolino. Per chi fosse interessato, le informazioni sono nel volantino.
giornata-famiglie
 
 

Gen 21

Sfoglia online il primo numero del 2019 di IPE Idee Proposte Esperienze

ipe-1-2019-testata-above-the-foldCosa troverai in questo numero di IPE?

“La buona politica è al servizio della Pace” di Vittorio Feliciani, ex sindaco di Imola, in occasione della 52a Giornata Mondiale della Pace.

In prima pagina:

50 anni di ACR! Il nuovo Statuto, la fondazione e gli anni ’70: intervista a Daria Baroncini L’Azione Cattolica dei Ragazzi «Perché volete trovare un nome che sia attraente, idoneo, accattivante? Lasciate ‘Azione Cattolica dei Ragazzi’, perché in questa espressione è contenuta la vera identità e sostanza di questa nuova realtà educativa» (Vittorio Bachelet)

A Zolino e Montericco, il 27 gennaio Stagioni della famiglia e figli: Festa Diocesana Famiglie e Adulti

Festa della Pace ACR: Al centro la figura di Gino Bartali, campione e socio di Ac
Il bene si fa ma non si dice
Anche quest’anno la felice scelta di fare festa in contemporanea ad adulti e famiglie: il pomeriggio anche i genitori saranno a Montericco, per concludere poi con la preghiera tutti assieme

Convegno Nazionale Educatori ACR: A Roma, in dicembre, in apertura del 50° Educare i piccoli, un’arte che dà sapore alla vita

La Giornata della Memoria

Settimana di preghiera per l’unità dei cristiani

Ps versione originale, spedita come inserto de Il Nuovo Diario Messaggero.

 

 

Gen 10

Settimana di preghiera per l’unità dei cristiani 2019

49614597_754575644923205_3568319268296589312_n

Gen 10

Migranti, il presidente di Azione Cattolica Truffelli: “Salvini non parli a nome del popolo delle parrocchie”

“Credo che sia indispensabile offrire ai cittadini strumenti per una lettura critica della realtà, superando i luoghi comuni”

232723360-cd64cb9d-dd20-4ffe-b3b4-a92dabec0b7d

Presidente Matteo Truffelli, l’Azione cattolica ha intenzione di battere un colpo contro le politiche sui migranti del governo italiano? 
“Sì, lo stiamo già facendo. Ma non diciamo le cose in modo urlato, provocatorio. L’immigrazione è un tema che non può essere affrontato come una emergenza perché non è una emergenza: è una grande questione storica del nostro tempo e di fronte alla storia non si possono chiudere gli occhi pensando che passi sopra le nostre testi, ma è da affrontare con lungimiranza, con coraggio e con generosità.

Ma non è il tempo questo della generosità, piuttosto della chiusura. 
“La cosa che lascia perplessi è che l’immigrazione sia affrontata in modo strumentale per guadagnare un po’ di elettorato o per una piccola battaglia politica tra i partiti o addirittura intra partitica. Questo lascia sconcertati. Non è neppure che bisogna fingere che i problemi non ci siano, ignorando le paure e i timori anche ingiustificati delle persone. Con senso della realtà, va però detto che la politica ha senso se serve a proteggere i più deboli e a prendersi cura di chi ha meno, meno privilegi e diritti” Salvini dice che il popolo delle parrocchie sta con lui, al di là della contrarietà “dei vescovoni e dei pretoni”. Voi siete l’associazione cattolica più capillare, presente nelle quasi 7 mila parrocchie italiane, con 350 mila iscritti.  Avete questa impressione?
“La fede è troppo importante e significativa per accettare che venga ridotta a uno stendardo, a un simbolo identitario da utilizzare in senso strumentale, tanto più se lo si fa pretendendo di dare lezione su che cos’è il sentimento dei credenti a chi con quei credenti vive, lavora, li serve tutti i giorni. Nelle nostre comunità, nelle parrocchie sono tantissime le persone che sono insofferenti nel vedere utilizzata la loro religione in questo modo”.

La sfida di Salvini alla Chiesa la irrita? 
“La vivo soprattutto con dispiacere, per la sua evidente strumentalità. A nome dell’Azione cattolica, ma anche di molte altre realtà associative ecclesiali, posso dire che ci riconosciamo pienamente nella linea tracciata da Papa Francesco e dai nostri vescovi. E francamente non mi sembra che il ministro Salvini sia il migliore interprete del sentimento dei credenti, e di certo non spetta a lui il magistero nella Chiesa”.

È giusta l’obiezione dei sindaci alla legge sulla sicurezza? 
“Non so se il piano dell’obiezione di coscienza sia quello più corretto, ma il decreto sicurezza è inadeguato al problema che vuole affrontare e forse lo rende ingestibile. Va ripensato e modificato”.

Potrà crescere una obiezione umanitaria?
“Tutti noi cittadini, non solo credenti, di fonte a una vita non possiamo che lasciarci coinvolgere e chiederci cosa si può fare per accoglierla, accudirla e aiutarla. Credo che sia indispensabile offrire ai cittadini strumenti per una lettura critica della realtà, superando i luoghi comuni. In questo senso la questione dell’immigrazione ha un valore emblematico”.

Noi non siamo un partito, non cerchiamo consenso, non riceviamo finanziamenti pubblici, ma stiamo in piedi grazie ai lettori che ogni mattina ci comprano in edicola, guardano il nostro sito o si abbonano a Rep:. Se vi interessa continuare ad ascoltare un’altra campana, magari imperfetta e certi giorni irritante, continuate a farlo con convinzione.

MARIO CALABRESI

https://www.repubblica.it/politica/2019/01/09/news/migranti_il_presidente_di_azione_cattolica_truffelli_salvini_non_parli_a_nome_dei_cattolici_-216206469/?fbclid=IwAR13t_vvjR5G0mAfMJvAHw26mWSGA5z_jQhb4mx4bZjyC5xXfBS3K7aqB5E

 

Gen 08

Scuola della Parola a Imola – sabato 12 gennaio ore 18

Il desiderio di pregare e riflettere, alla luce della Parola, trova espressione nel duplice appuntamento della Scuola della Parola.
Come il Padre mio…”, Padre di misericordia, paziente e capace di attendere. La narrazione dell’evangelista Luca accompagnerà gli otto momenti proposti a Imola, guidati da don Giorgio Sgubbi.

Il Vangelo della gioia” è invece il titolo degli incontri di Lugo, guidati da don Carlo Sartoni. La lettura, capitolo per capitolo, della lettera ai Filippesi, sarà il filo conduttore di una Scuola della Parola che porrà particolare attenzione alla sequela di Cristo.

A Imola ore 18
S. Giovanni vecchio

A Lugo ore 21
S. Giacomo Maggiore

12 gennaio 18 gennaio
2 febbraio 15 febbraio
2 marzo 15 marzo
6 aprile 12 aprile
11 maggio  
   
   
   

Se vuoi riascoltare le lectiones di don Giorgio Sgubbi fai click sulla data:

12 gennaio (Lc 10,25-37)
ebbe compassione  –  si fece prossimo –  al mio ritorno

1 dicembre (Lc 19,1-10)
alzò lo sguardo  –  … pieno di gioia –  oggi

3 novembre (Lc 5,1-11)
… vide due barche  –  chiamarono i compagni – … tirate le barche a terra

6 ottobre  (Lc 1,26-38)
promessa sposa – non temere – avvenga per me

 

Dic 23

Auguri di un Santo Natale 2018

image

Dic 15

È online il nuovo IPE 6-2018. Scaricalo qui

Oggi puoi sfogliare online il nuovo IPE 6-2018 (Idee Proposte Esperienze), uscito in allegato al Nuovo Diario Messaggero. 

ipe-6-2018-coverPurtroppo nella prima versione stampata sono stati fatti errori di impaginazione non imputabili alla nostra redazione. Puoi quindi sfogliare e scaricare da qui la versione corretta.

In questo numero:

Adesione in quattro parole
La spiritualità del Natale in Famiglia “A Natale, ritornare bambini”
Memoria, Impegno, Speranza (il reportage dalla due giorni con il prof. avv. Umberto Ronga)
Impegno scolastico, responsabilità civica e… festa!
… scopri tutto il resto qui sotto 😉

 

This site is protected by Comment SPAM Wiper.