SIAMO NOI 2

pag 2

L’Azione Cattolica si è data una struttura e un’ ORGANIZZAZIONE, ma non è solo questo. I Consigli, le Assemblee, gli incontri sono parte del percorso e dell’impegno associativo, ma non possono essere il fine ultimo e neanche il punto di partenza. Al centro di tutto ci devono essere CRISTO e la vita delle persone: la PAROLA che il primo ci ha donato e ciò che ogni aderente e con lui ogni persona che incontra vivono.

Diceva Vittorio Bachelet : “In fondo descrivere l’AC è molto semplice: è una realtà di cristiani che si conoscono, che lavorano insieme per il Signore, ma, soprattutto, si vogliono bene”. L’Azione Cattolica non può essere vista solo come un impegno.

Logo Azione Cattolica

L’Azione Cattolica è vita! È stare a fianco alle persone nei momenti di sofferenza e nei momenti di gioia, è condividere un pezzo di strada. È accompagnare un amico o un giovane nelle scelte di vita, è scoprire un percorso di vita. È trovare la soluzione di un problema in parrocchia, è accogliere le lacrime di un bambino per aver perso ad un gioco. È portare Cristo nella propria vita e in quella degli altri.

L’associazione quindi, a partire dal suo nome, è AZIONE, è MOVIMENTO. Non può restare ferma in se stessa, così come ogni aderente ha bisogno di camminare.

Per questo il Papa ci ha affidato 3 azioni: RIMANERE , ANDARE , GIOIRE .

RIMANERE “con Gesù, a godere della sua compagnia. Per essere annunciatori e testimoni di Cristo occorre rimanere anzitutto vicini a Lui!”. Non può essere solo un cammino con altri, deve essere un vero percorso di FEDE.

ANDARE “incontrare l’uomo dovunque si trovi, lì dove soffre e spera, lì dove ama e crede, lì dove sono i suoi sogni più profondi, le domande più vere, i desideri del suo cuore”. Fondamentale è la CARITÀ nei confronti delle povertà del mondo, senza dimenticarsi di quelle di chi più ci sta vicino e condivide il percorso con noi.

GIOIRE “essere persone che cantano la vita, che cantano la fede. Persone che sanno riconoscere i propri talenti e i propri limiti, che sanno vedere nelle proprie giornate, anche in quelle più buie, i segni della presenza del Signore”. Saper vivere nella SPERANZA di compiere il progetto che Dio ha pensato per noi. “Voi siete il sale della terra. Voi siete la luce del mondo!”